Restauro

DVE Restauro

Restauro

Per comprendere noi stessi dobbiamo saper valorizzare ciò che abbiamo saputo costruire

Profilo - Restauro

Siamo custodi responsabili di una grande eredità architettonica. Siamo figli di una tradizione stilistica trasversale alle mode, alle culture, alle età, che ci permette di saper riconoscere immediatamente la bellezza e l'armonia di un manufatto eseguito a regola d’arte. La nostra Impresa crede in questi valori e li pratica con metodo e rigore. Lo stile Dalla Verde si forma negli anni del boom economico, quando gli edifici nascevano come funghi ed eravamo in pochi a preoccuparci della loro durata. Sembra banale, ma non ha senso badare all’involucro se prima non si è saputo consolidare la struttura. Quando riusciamo a rispettare la TRADIZIONE lavorando con INNOVAZIONE allora abbiamo prodotto VALORE. Riconosciamo a questa frase la sintesi del nostro lavoro. Valore è vivere un ambiente recuperato, rinnovato, rimesso in gioco, salvato dal suo oblio o dal suo destino

 

«Affidiamo il progetto dei nostri interventi residenziali ad architetti e designer di pri- missimo piano: abbiamo lavo- rato e lavoriamo tuttora con Aldo Cibic, Vudafieri & Partners, Pop Solid, Flavio Albanese. La nostra idea di abitazione va oltre la mera giustapposizione di quattro stanze che le faccia stare insieme in modo che siano riconoscibili come una casa. Per noi ogni edificio è un elemento architettonico e anche gli interni sono architettura».

 

Edifici di culto
Per valorizzare il nostro patrimonio dobbiamo saper amare e valorizzare l'arte

Beni culturali
Esiste un’unica linea che unisce la tradizione con il nostro futuro: la conservazione del patrimonio

Edifici storici privati
La tecnologia e la creatività diventano protagoniste quando l’obiettivo è ringiovanire senza ferire

 


Sfoglia la brochure del restauro

 


 

La riqualificazione del patrimonio storico


Che cos'è la riqualificazione del patrimonio storico

 

Quando si parla di riqualificazione del patrimonio storico si fa riferimento alle azioni e agli interventi che vengono portati a termine, soprattutto nelle aree rurali, per tutelare la qualità architettonica e storica del paesaggio. Si tratta, in sostanza, di mettere in atto interventi di recupero, valorizzazione e riqualificazione del patrimonio di un’area: azioni a forte carattere dimostrativo, oltre che concreto, che spesso servono a contenere il declino economico e sociale della zona di riferimento. Si passa, quindi, alla ricostruzione di fabbricati rurali e immobili crollati, sia ad uso produttivo che ad uso non produttivo, che dal punto di vista storico, artistico, archeologico o architettonico sono degni di un interesse particolare: ma può trattarsi, più semplicemente, di edifici importanti sotto il profilo etnoantropologico o che semplicemente rappresentano una manifestazione e un esempio della cultura, delle arti e della storia locali, sulla base di una loro fruizione pubblica prioritaria. La riqualificazione del patrimonio storico, dunque, si pone lo scopo di valorizzare, conservare e migliorare un edificio o un complesso di edifici, con l’intento di sviluppare la partecipazione, l’interesse e la consapevolezza della popolazione che abita in quelle aree suscitando il desiderio e l’esigenza di salvaguardare il patrimonio edilizio circostante, combattendone il declino progressivamente inevitabile e permettendogli di recuperare valore anche per motivi ambientali e turistici. Insomma, la riqualificazione del patrimonio artistico ha conseguenza benefiche anche sul tessuto sociale circostante, valorizzando l’economia locale sia mettendo in pratica tecniche di conservazione innovative sia basando gli interventi di recupero su lavorazioni locali (in ferro, in legno o in pietra) e su materiali tradizionali. Lo scopo operativo ultimo, quindi, è quello di stimolare e incrementare le azioni di conservazione del patrimonio artistico complessivo.

 

 

 

In cosa consiste la riqualificazione del patrimonio storico

 

Ma come viene progettata, concretamente, la riqualificazione del patrimonio storico? In genere non vengono ammessi interventi che hanno a che fare con gli aspetti funzionali alla trasformazione di prodotti forestali e agricoli. Trattandosi di un’azione che riguarda edifici e immobili pubblici, essa viene stabilita e ordinata a livello istituzionale (comunale, provinciale o regionale, a seconda della pertinenza) e affidata a un’azienda tramite una normale gara d’appalto in cui sono precisate tutte le condizioni per i lavori. Per esempio, nel caso in cui si proceda alla ristrutturazione di edifici crollati di cui sia presenta il rudere dei muri perimetrali dai quali si possa dedurre il sedime, può essere richiesta la ricostruzione rispettando la volumetria e la tipologia originali, una volta verificata la documentazione iconografica o fotografica disponibile in Comune. Questo è, evidentemente, solo uno degli esempi di come la riqualificazione del patrimonio storico possa essere portata a termine con i lavori di un'azienda edilizia.