12/05

Restauro e riqualificazione

pubblicato il 12/05/2017 in , ,

sanlorenzo1

Costruzioni Dalla Verde SpA è specializzata nel restauro e nella riqualificazione del patrimonio storico

 

Amare l’arte è un gesto istintivo.
Conoscerla, valorizzarla e conservarla
è possibile solo attraverso la formazione
e l’esperienza

Amare l’arte è un gesto istintivo. Conoscerla, valorizzarla e conservarla è possibile solo attraverso la formazione e l’esperienza. Quando si parla di riqualificazione del patrimonio storico si fa riferimento alle azioni e agli interventi che vengono portati a termine, soprattutto nelle aree rurali, per tutelare la qualità architettonica e storica del paesaggio. Si tratta, in sostanza, di mettere in atto interventi di recupero, valorizzazione e riqualificazione del patrimonio di un’area: azioni a forte carattere dimostrativo, oltre che concreto, che spesso servono a contenere il declino economico e sociale della zona di riferimento. Si passa, quindi, alla ricostruzione di fabbricati rurali e immobili crollati, sia ad uso produttivo che ad uso non produttivo, che dal punto di vista storico, artistico, archeologico o architettonico sono degni di un interesse particolare: ma può trattarsi, più semplicemente, di edifici importanti sotto il profilo etnoantropologico o che semplicemente rappresentano una manifestazione e un esempio della cultura, delle arti e della storia locali, sulla base di una loro fruizione pubblica prioritaria. La riqualificazione del patrimonio storico, dunque, si pone lo scopo di valorizzare, conservare e migliorare un edificio o un complesso di edifici, con l’intento di sviluppare la partecipazione, l’interesse e la consapevolezza della popolazione che abita in quelle aree suscitando il desiderio e l’esigenza di salvaguardare il patrimonio edilizio circostante, combattendone il declino progressivamente inevitabile e permettendogli di recuperare valore anche per motivi ambientali e turistici. Insomma, la riqualificazione del patrimonio artistico ha conseguenza benefiche anche sul tessuto sociale circostante, valorizzando l’economia locale sia mettendo in pratica tecniche di conservazione innovative sia basando gli interventi di recupero su lavorazioni locali (in ferro, in legno o in pietra) e su materiali tradizionali. Lo scopo operativo ultimo, quindi, è quello di stimolare e incrementare le azioni di conservazione del patrimonio artistico complessivo.

Nelle foto, alcuni fra gli interventi che hanno lasciato un segno tangibile nel patrimonio monumentale vicentino.

.

Per informazioni e referenze, sfoglia la Brochure del Restauro